• -€25.00
1804 - PASSE-PORT DE LA REPUBLIQUE...
1804 - PASSE-PORT DE LA REPUBLIQUE...

1804 - PASSE-PORT DE LA REPUBLIQUE FRANCAISE POUR BOULOGNE

9534
In Stock
€170.00 Our previous price €195.00 -€25.00
Tax included Shipping excluded

1807 - PASSAPORTO AU NOM DE NAPOLEON 1° IMPEREUR DES FRANCAIS - BOLOGNE

EMESSO IL 4 FEBBRAIO 1807

Formato 25 X 36

PayPal

Description

Il Regno d'Italia napoleonico, noto comunemente come Regno Italico, fu uno Stato fondato da Napoleone Bonaparte nel 1805, allorquando il generale francese si fece incoronare sovrano della previgente Repubblica Italiana. Il Regno, che comprendeva l'Italia centro orientale e buona parte del settentrione e aveva capitale Milano, non sopravvisse alla caduta del suo monarca, e si disciolse nel 1814. Il Regno napoleonico d'Italia o Regno Italico è considerato dalla storica anglo-italiana Jessie White l'embrione dello Stato unitario italiano costituitosi poi nel 1861.

Il 17 marzo 1805 fu creato il Regno d'Italia e il 26 maggio dello stesso anno Napoleone fu incoronato Re d'Italia.

Napoleone, che si era fatto proclamare dal Senato Imperatore dei francesi facendosi incoronare da Papa Pio VII, trasformò la precedente Repubblica Italiana in Regno d'Italia proclamandosi Re. L'incoronazione di Napoleone Re d'Italia avvenne il 26 maggio 1805 nel Duomo di Milano, attraverso l'antica Corona ferrea dei sovrani longobardi da sempre custodita nel Duomo di Monza, in questa occasione avrebbe pronunciato la famosa frase "Dio me l'ha data, guai a chi la tocca"[2].

Il 5 giugno fu nominato Viceré d'Italia Eugenio di Beauharnais, figlio di prime nozze della moglie di Napoleone Giuseppina, e di cui il Bonaparte si fidava ciecamente e dal quale era sicuro di non dovere temere il perseguimento di obiettivi politici propri. Il Viceré stabilì la propria residenza a Monza.

Con la pace di Presburgo del 26 dicembre 1805, l'Austria rinunciò a Gorizia e alla Provincia Veneta.

Con la Convenzione di Fontainebleau avvenuta il 10 ottobre 1807, il Regno d'Italia napoleonico cedette Monfalconeall'Austria guadagnando la città di Gradisca[3], spostando così il nuovo confine lungo il fiume Isonzo.

Il Regno napoleonico d'Italia includeva fin dal 1806 tutti i territori adriatici della Repubblica di Venezia, ossia anche l'Istria e la Dalmazia. Nel 1808 il generale Marmont vi annesse anche il territorio della Repubblica di Ragusa: per quasi due anni Ragusa fece parte politicamente dell'Italia e per decreto del governatore Vincenzo Dandolo la lingua italiana - già utilizzata nei secoli precedenti assieme al latino - vi divenne ufficiale nell'amministrazione e nelle scuole, come in tutta la Dalmazia.

Nel 1809 furono separati dal Regno i territori di Istria, Dalmazia e delle Bocche di Cattaro (oltre a Ragusa, da poco inserita) per formare con le città austriache di Gorizia e Trieste, sempre sotto il controllo francese, le Province Illiriche con capoluogo la slovena Lubiana.

In compenso fu portato il confine del Regno d'Italia fino all'Isonzo e a nord di Bolzano (con tutto il Trentino). Il Viceré Eugenio di Beauharnais si oppose fermamente ma inutilmente alla cessione dell'Istria e Dalmazia alle Province Illiriche.

Product Details

Place of issue
Bologna
Year of issue
1804
Nation of issue
Regno d'Italia

Reviews

No reviews
Product added to wishlist
Product added to compare.

This site or third-party tools used by this make use of cookies necessary for the operation and useful for the purposes described in the cookie policy.
If you want to learn more or opt out of all or some cookies, see the cookie policy.
By closing this banner, clicking on a link or continuing navigation in any other way, you consent to the use of cookies.