1947 - VENCHI UNICA SOC. ANON....

1947 - VENCHI UNICA SOC. ANON. PRODOTTI DOLCIARI ED AFFINI - 500 AZIONI - TORINO

9312
Disponibile
39,00 €
Tasse incluse Spedizione esclusa

PayPal

Descrizione

COSTITUITA IL 21 SETTEMBRE 1934

La Venchi è un'azienda alimentare italiana con sede in provincia di Cuneo, a Castelletto Stura, specializzata nella produzione e vendita di cioccolato.

Storia

Silviano Venchi inizia l'attività di dolciere a 16 anni. All'età di 20 anni investe i propri risparmi per acquistare due calderoni di bronzo e poter cominciare così le sperimentazioni culinarie nel proprio appartamento. Nel 1878 apre il proprio laboratorio in via degli Artisti a Torino. Agli inizi del Novecento si distingue soprattutto per le "Nougatine", bon-bon a base di nocciole tritate e caramellate, ricoperte di cioccolato extra fondente. Il laboratorio si estende su 300 metri quadrati.

Nel 1900 l'azienda cresce rapidamente e, per il laboratorio, affitta una superficie di 3000 m². I prodotti Venchi cominciano ad essere conosciuti come “…la più elegante pralineria in Piemonte…”

Nel 1960 Venchi, Unica e Talmone si fondono in un'unica azienda: la Talmone-Venchi-Unica, raggiungendo negli anni Settanta la massima espansione con 300 punti vendita e 5 mila dipendenti. Poi la crisi, anche a causa di uno scandalo finanziario, che porta al fallimento e la Venchi ad essere una piccola realtà locale.

Nel 2000 un gruppo di investitori privati acquisisce un'altra storica fabbrica di cioccolato piemontese, la Cuba (Cussino, Biscotti e Affini)[1], fondata nel 1949 da Pietro Cussino e nota fra l'altro per la produzione dei "Cuneesi al rum" (praline ripiene di crema rum, colata in un guscio di cioccolato fondente), e cambia nome in Cuba Venchi. Dal gennaio 2003 la denominazione aziendale si ritrasforma da Cuba Venchi in Venchi. La proprietà è divisa tra Daniele Ferrero (presidente e amministratore delegato), Giovanni Battista Mantelli (direttore commerciale), Niccolò Cangioli (impegnato nello sviluppo dei negozi). Nel 2002 un altro socio di peso con il 10,5%: Pietro Boroli, vicepresidente della De Agostini.

La nuova realtà aziendale è completamente riorganizzata con l'inserimento di nuovi prodotti, l'adozione di una diversa strategia distributiva (non copre la grande distribuzione ma cresce con i negozi monomarca e una novantina di agenti) e l'investimento in nuovi macchinari ed infrastrutture, che includono uno stabilimento di 3000 m² a Robilante e di 12000 m² a Castelletto Stura.

Nel 2006 la Venchi rileva la Camelot s.r.l., acquisendone il "know-how" per un innovativo sistema di produzione di gelato; nasce così la Venchi Gelato.

Nel 2006 Venchi lancia il suo nuovo format di world retail: la Cioccogelateria, negozio monomarca di gelato e cioccolato artigianale.

Da New York a Hong Kong

La sede Venchi si trova a Castelletto Stura (CN).[4] La gamma di prodotto Venchi è quanto più “universale” possibile. L'azienda è specializzata nel cioccolato fondente e nel Gianduja. Venchi produce oltre 350 differenti ricette per tutti i gusti e di tutti i tipi e, dal 2007, 90 gusti di gelato. Tutta la produzione, a partire dall'autunno 2009, è totalmente priva di glutine. Non vengono utilizzati grassi vegetali idrogenati, additivi, aromi artificiali, edulcoranti chimici.

Il settore export copre, attraverso distributori esclusivi, buona parte dell'Europa, Stati Uniti, Giappone, Russia e Paesi arabi.

Nel 2017 Venchi gestisce direttamente 88 negozi monomarca (47 in Italia) nei principali aeroporti, nelle stazioni e nei centri storici delle principali città, tra cui New York, Dubai e Hong Kong. Dei 720 dipendenti, 500 sono impegnati nelle cioccogelaterie, che preparano il gelato con il 40% in meno di grassi.

Riconoscimenti

Nel 2004 il Chocaviar di Venchi, microsfere a forma di caviale, di pura massa di cacao Sud America lavorata a mano, ha vinto il Vassoio D'Oro all'Eurochocolate di Perugia.

Nell'ambito di Eurochocolate Awards 2005, Venchi ha vinto la sezione "Special events".

Nel 2007 Venchi è fornitore ufficiale negli eventi che fanno da cornice alla consegna del Premio Nobel per la pace.

Dettagli del prodotto

Luogo di emissione
Torino
Anno di emissione
1947
Nazione di emissione
Italia
Referenti
TWO ADMIN
Indice di rarità
R1
Indice di quotazione
S1

Reviews

No reviews
Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Prodotto aggiunto al comparatore

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in qualsiasi altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.